RIFLESSIONE DI LINO MAZZA

Condividi su facebook

1 Corinzi 5

In questo capitolo leggiamo come il popolo di Corinto era caduto in basso commettendo un grande peccato cioè della fornicazione e dell’ orgoglio. Paolo in una delle sue solite lettere che inviava li aveva avvertiti di non immischiarsi con fornicatori  ma purtroppo questa lettera si era persa . Il loro vivere nell’ orgoglio come se fossero già arrivati  non piacque a Paolo anche se lui non era presente di persona lo era con lo Spirito,  la cosa che lo fece arrabbiare di più era il fatto che un  uomo che si definiva fratello aveva una relazione con la moglie del padre, sua matrigna e la chiesa non fece nulla contro questa persona che aveva commesso questo peccato che Paolo definì mostruoso. A riguardo di questo peccato nel Vecchio Testamento in  Levitico 18:8 leggiamo delle unioni illecite e dei peccati contro natura “Non scoprirai la nudità della moglie di tuo padre; disonoreresti tuo padre.”La legge di allora puniva con la morte chi commetteva tale peccato. Paolo non pretendeva di uccidere quest’ uomo ma almeno di allontanarlo invece di farlo restare in mezzo a loro. Poi disse loro che se fosse stato presente di persona avrebbe subito fatto una riunione in chiesa e allontanato quest’ uomo dandolo  nelle mani di Satana cioè lo avrebbe privato del sostegno della chiesa e lo avrebbe spinto nel mondo affinché un giorno si sarebbe pentito del peccato e ritornare a Cristo. Paolo poi fece l’ esempio del lievito vecchio simbolo di corruzione, di peccato perché basta un po’di lievito per far lievitare tutta la pasta, quindi anche un piccolo peccato può essere distruttivo per la chiesa e per il cristiano. Ancora oggi ciò che disse Paolo ai Corinti è valevole per noi, se vediamo che nelle nostre chiese qualcosa o qualcuno é di ostacolo o commette un peccato che può ostacolare il cammino degli altri dobbiamo farlo presente al Pastore, agli anziani e non rimaniamo muti o fermi affinché loro possano prendere la decisione giusta in base alla legge di Dio. Cerchiamo di spogliarci del vecchio uomo, e vestirci del nuovo se vogliamo essere dei veri figliuoli di Dio e ricordiamoci di ciò che Lui ha fatto per noi sulla croce.

 

Vostro Fratello in Cristo

Lino Mazza

Logo El Shaddai

Chiesa Cristiana Evangelica
El Shaddai

El Shaddai tutto il materiale è Copyright - E' vietata anche la duplicazione anche parziale - Privacy Policy

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.

  Cookie policy