RIFLESSIONE

Ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a sé stesso.

                                                                                             Filippesi 2:3

 

                                                                            STIMARE GLI ALTRI

 

Il testo della meditazione di oggi esprime il concetto della stima che dobbiamo avere degli altri. Il versetto si colloca in un contesto ricco di insegnamenti per la nostra vita: “Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a sé stesso, cercando ciascuno non il proprio interesse ma anche quello degli altri. Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù” (Filippesi 2:3-5). L’apostolo Paolo esorta i destinatari della sua epistola, e di conseguenza tutti noi che leggiamo, a prendere Gesù come modello di sentimenti che devono animare il nostro cuore. L’umiltà è un atteggiamento che ci fa agire secondo l’esempio che ci ha lasciato Gesù. La stima degli altri è sempre proporzionata a come Cristo vive nella nostra vita e da come manifestiamo le Sue qualità attraverso la Sua grazia. Certamente anche oggi il Signore ci concederà tante opportunità per onorare il Suo Nome. Questo significa che la stima che manifesteremo nei confronti degli altri sarà proporzionata all’amore di Cristo Gesù nel nostro cuore. Questo ci porterà ad agire per il bene del prossimo, senza cedere all’egoismo.

 

Tratto dal Calendario “Parole di Vita”

Logo El Shaddai

Chiesa Cristiana Evangelica
El Shaddai

El Shaddai tutto il materiale è Copyright - E' vietata anche la duplicazione anche parziale - Privacy Policy