RIFLESSIONE

Condividi su facebook

Quando diranno: “Pace e sicurezza”, allora una rovina improvvisa verrà loro addosso… Dio… non ci ha destinati a ira, ma ad ottenere salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo. (1 Tessalonicesi 5:3, 9)

UN MONDO MIGLIORE?

 Sconfiggere la povertà, debellare la fame, evitare disuguaglianze eccessive e ingiustificate sono obiettivi, e al tempo stesso valori, alti e condivisibili della cultura occidentale. Nel corso degli ultimi due o tre decenni, il mondo ha conosciuto cambiamenti epocali che hanno riguardato tecnologie, assetti geopolitici, valori culturali, “leggi” dell’economia, forme del sapere e modalità di interazione sociale. In questo contesto caratterizzato da mutamenti radicali rispetto al passato, cos’è stato concretamente proposto per dare a miliardi di persone la prospettiva ragionevolmente certa di una vita dignitosa? Le nostre società occidentali si vantano di avere reso in pochi decenni il mondo migliore, libero e progredito. Ma è davvero così? In realtà, il progresso non ha risolto i problemi dell’umanità: dalla fine dell’ultima guerra mondiale si sono verificati centinaia di conflitti armati che hanno causato decine di milioni di morti. Ogni anno, parecchi milioni di persone muoiono di fame o malattia, non hanno l’uso diretto dell’acqua potabile e mancano del minimo indispensabile per vivere. A ciò si aggiungono problemi come l’aumento dei casi di pedofilia e perversioni sessuali, scandali politico-finanziari, drammi familiari e personali, dipendenze dagli stupefacenti…
Nell’attesa della pace e della giustizia che il Signore Gesù stabilirà un giorno sulla terra, dopo aver giudicato severamente il mondo incredulo, facciamo sì che Egli regni in ogni cuore e in ogni famiglia. Riconosciamo che ciascuno di noi, per parte propria, ha contribuito al male e all’ingiustizia diffusa.  È alla croce che troviamo la risposta di Dio, che ci ha amati al punto da dare il Suo Unigenito Figlio per la remissione dei nostri peccati (Giovanni 3:16). Accogliamo con gioia e riconoscenza il Signore nella nostra vita, crediamo al sacrificio di Cristo alla croce per ricevere il perdono dei nostri peccati, il dono della vita eterna, la pace, la gioia, la forza come la Bibbia afferma. Leggiamola quotidianamente, per trarne conoscenza e beneficio spirituale!

 

 

                      Messaggio tratto dal Calendario “Il Buon Seme”.

Logo El Shaddai

Chiesa Cristiana Evangelica
El Shaddai

El Shaddai tutto il materiale è Copyright - E' vietata anche la duplicazione anche parziale - Privacy Policy