RIFLESSIONE: Romani 6:23

…il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore                                                                                                                                                                                 Romani 6:23

                                                                IL DONO DELLA VITA ETERNA

 Il salario è il frutto dell’operosità e dovrebbe gratificarci per tutte le energie profuse nelle nostre occupazioni. Purtroppo, la modestia di alcuni salari, che spesso non ripagano affatto gli sforzi, illustra drammaticamente un’altra amara remunerazione: quella del peccato. Esso promette libertà, ma rende schiavi del male. Offre successo e piacere, ma procura sofferenze e rimorsi dilanianti. Una vita vissuta senza la minima attenzione alla volontà di Dio e dedicata unicamente per il raggiungimento ed il godimento dei propri obiettivi, sicuramente un giorno provvederà un’amara ricompensa. Il Signore dice: “E che gioverà egli a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l’anima sua? …”. Dio, invece, sebbene sia erroneamente visto da molti come un tiranno che esige più di quello che dà, ci ha fatto un dono inestimabile, assolutamente gratuito: la vita eterna nella morte del Suo Amato Figlio, provvedendo la nostra redenzione. Scegliamo di confidare in Cristo perché “Egli ha portato i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, affinché, morti al peccato, vivessimo per la giustizia…”. Che cosa stai aspettando?

 

                                                       Tratto dal Calendario Parole di Vita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *